Elena, la nostra prima dipendente!

Da Roma a Londra, via Pechino… e ritorno! Conosciamo Elena Gervasio, la prima dipendente di Eggup.

Ci sono dei momenti, nella vita delle aziende, che hanno un valore enorme, pur nella loro semplicità. Uno di questi momenti è l’assunzione del primo dipendente. Per Eggup, quel momento è finalmente arrivato! E non potevamo perciò non presentarvi Elena Gervasio, la nostra Business Development Manager.

Conosciamoci, quindi!

Ciao Elena, ben arrivata. Sei di Roma, dove, per Eggup, sei tornata. Infatti arrivi dall’Inghilterra, dove sei rimasta un bel po’. Come mai questa scelta?

“Ho trascorso a Londra 5 anni, e poi un altro a Leeds. E’ stata un’esperienza bellissima, che mi ha insegnato molto, anche e soprattutto a livello personale. Ora, grazie anche all’opportunità di fare parte del progetto di Eggup, ho pensato che fosse giusto tornare a Roma e valorizzare le tante cose che ho appreso in questi anni all’estero.

L’Inghilterra però non è stata la tua sola esperienza internazionale. Prima ancora hai trascorso un periodo significati in Cina, giusto?

Sì, esatto. Mi sono laureata in Lingue e Culture Orientali alla Sapienza. Ho poi trascorso un anno alla Zhejiang University di Hangzhou e sei mesi alla Beijing Foreign Studies University per migliorare la mia conoscenza del cinese mandarino. E poi, sempre in Cina ci sono tornata per una breve esperienza professionale. Il mondo orientale, e la Cina in particolare, sono una mia grande passione, che continuo a coltivare.

In Eggup di cosa ti occupi di preciso?

Supporto tutta l’attività di sviluppo commerciale. Dopo tutti i grandi sforzi per la messa a punto del prodotto, è la volta di crescere sul mercato!

A proposito di Eggup, hai fatto il test? Come è andata? Quali sono le tue soft skills?

Certo! Ho fatto il test e i risultati sono buoni, direi. Penso che le mie competenze soft migliori siano quelle di tipo relazionale: mi piace entrare in contatto con le persone e credo molto nelle potenzialità del dialogo e del confronto. In più, mi reputo una persona con un forte spirito di adattamento. I sei anni in Inghilterra si sono rivelati una palestra molto formativa.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *