I 3 pilastri della cultura aziendale

Cosa significa cultura aziendale?

Quando ci chiediamo cosa significa cultura aziendale, è bene pensare che gli esempi migliori derivano dai grandi casi di successo.

La cultura di Zara, la cultura di Facebook, di Ferrero e di Brunello Cucinelli sono totalmente differenti tra di loro, ma caratterizzano dei leader di settore e, quindi, possono essere prese d’esempio per comprendere i pattern più efficaci per lavorare sulla cultura della nostra azienda.

Tutto questo partendo da una certezza.

Qualcosa che non cambia della cultura aziendale

L’azienda non è un sito.

L’azienda non è nemmeno un prodotto.

L’azienda sono le persone e ciò che condividono (compresi il sito, i suoi prodotti e servizi). Dalla nostra esperienza ci siamo fondamentalmente resi conto di una cosa: mentre i prodotti e servizi cambiano (e anche le persone), la cultura resta.

Ed è complesso capirla.
Ma è ancora più difficile coltivarla. 

Ora, non è la prima volta che parliamo di coltivare. Ma tranquilli, il giardinaggio, come sempre, è solo una metafora.È solo per allinearci sulla considerazione che lo sviluppo della cultura aziendale non ha nulla di meccanico.

Ma anche per condividere un secondo punto.

Qualcosa che cambia nella cultura aziendale

Un grande leader non crea la crescita, un grande leader crea le condizioni per la crescita.

Così ci siamo convinti che in questo processo (molto più simile a coltivare una pianta che a costruire un puzzle) esistono dei pattern chiari e identificabili che spingono la cultura organizzativa verso una crescita orientata.

Sono 3 i pilastri di una sana cultura organizzativa.

Enablers/Blockers, Behaviors, Outcomes.

Enablers/Blockers

Gli Enablers/Blockers sono gli elementi che permettono alla tua pianta di fiorire o meno.

Alcuni sono sotto il tuo controllo, come l’acqua o il fertilizzante, altri, come il clima, sono imprevedibili. La più grande sfida nella cultura organizzativa è quella di creare le condizioni affinché il maggior numero di piante resista alle intemperie.

Behaviors

I Behaviours (comportamenti) sono il cuore della tua cultura. Il modo in cui cresce la pianta.
Testare e ri-testare con cicli di una o 2 settimane o concentrarci sul brainstorming per scoprire le alternative creative?

Focalizzarsi sul cliente o sul prodotto? 

Orientarsi al lungo termine o no?

Questi sono solo alcuni dei comportamenti che manifestano la cultura aziendale.

Outcomes
L’ultimo pilastro: gli Outcomes.

Ovvero i frutti della tua cultura.

Ciò che renderà la tua azienda ciò che è, sia a livello produttivo che organizzativo.

Ma c’è un modo per incidere su questi?

Probabilmente sì, ma ne parleremo in un altro contesto.

Adesso vi condividiamo 3 tips che potranno, speriamo, tornare d’ispirazione.

Mostra ciò che desideri: non avere paura di condividere con un leader e con i tuoi colleghi l’obiettivo culturale che ti stai prefiggendo.

Crea spazi sicuri: dai la possibilità a chi ha più timore di vivere il cambiamento come un gioco in momenti dedicati.

Trova i blocchi: deve essere il tuo mantra. Cosa ostacola il cambiamento?

Cerca, testa, sbaglia e prova soluzioni alternative per sbloccare l’innovazione culturale nella tua azienda.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *