Helping companies to leverage soft skills

Per le aziende

Recruiting e Talent Acquisition: differenze e punti d’incontro

3 Mins read
colloquio di lavoro e comparazione dei CV

Il mondo delle risorse umane sta diventando un ambito via via più complesso, popolato da sempre più inglesismi, approcci e tecniche differenti. Spesso, in questo marasma di terminologie, è facile confondersi e mal interpretare il senso di una determinata espressione. Per questo, il tema dell’articolo di oggi verte a sottolineare la differenza tra le due espressioni inglesi Recruiting e Talent Acquisition. Pur rimanendo due concetti strettamente correlati, a un primo sguardo questi possono sembrare processi simili, ma in realtà presentano profonde differenze.

È importante infatti che i recruiter siano consapevoli di queste differenze per poter organizzare al meglio e in maniera più sostenibile possibile le varie attività che precedono l’allargamento del team di lavoro.

Recruiting

L’attività di Recruiting corrisponde al processo per così dire “tradizionale” di ricerca e selezione del personale. Questa attività può essere implementata sia attraverso la pubblicazione di annunci di lavoro per attrarre candidati esterni, sia attraverso un processo di selezione interno all’azienda.

In altre parole, il processo di Recruiting mira a coprire una posizione vacante in azienda nel più breve tempo possibile. Questo per consentire ai processi aziendali di continuare a scorrere secondo le tempistiche dell’organizzazione, limitando intoppi e rallentamenti dovuti alla mancanza di personale.

Questo processo viene messo in atto, ad esempio, quando si vede necessario sostituire un dipendente che ha lasciato l’azienda. In questo scenario, dunque, il datore di lavoro ha già in mente le competenze hard e soft necessarie per coprire quel determinato ruolo. Per questo, quando il recruiter stenderà il testo dell’annuncio di lavoro, indicherà le competenze fondamentali e il background formativo e lavorativo richiesto.

Talent Acquisition

Il processo di Talent Acquisition si riferisce a tutte quelle funzioni strategiche messe in atto per l’attrazione dei talenti e la loro retention all’interno dell’azienda. In altre parole, si rivolge a profili altamente qualificati e utili in azienda per specifiche esigenze, con un set di competenze altrettanto specifico.

Generalmente, le aziende si avvalgono della Talent Acquisition in vista di una crescita o di un’espansione futura. Dotarsi dei talenti necessari a supportare la crescita aziendale può essere un processo lungo, che richiede tempistiche e risorse differenti.

In particolar modo, le strategie di acquisizione dei talenti sono fondamentali principalmente nei settori laddove si registra una carenza di competenze. Questo perché le aziende che non adottano soluzioni innovative rischiano di non riuscire a stare al passo con i tempi e di perdere competitività sul mercato.

Il processo di Talent Acquisition si rivolge a profili altamente qualificati e utili in azienda per specifiche esigenze, con un set di competenze altrettanto specifico.

Differenza tra Recruiting e Talent Acquisition

Appurate le definizioni dei due diversi approcci, la prima differenza che salta all’occhio è legata alle tempistiche. Mentre il processo di Recruiting si svolge in un arco temporale relativamente ristretto, una strategia di Talent Acquisition è un processo più lungo, non strettamente legato a un’esigenza del momento, bensì a prospettive future. Ecco perché, in quest’ultimo caso, si tende a una riflessione maggiore per assicurarsi di attrarre i talenti giusti per le diverse necessità.

Questo comporta anche una maggiore pianificazione della strategia di Talent Acquisition, che passa anche attraverso l’adozione di particolari tecniche di Employer Branding volte a rendere appetibile l’azienda agli occhi dei talenti. In questo senso, la Talent Acquisition si configura come un processo circolare e continuo, che non termina necessariamente con l’assunzione di un talento. L’obiettivo infatti è quello di anticipare le necessità future e creare un bacino di talenti per ogni possibile esigenza. Al contrario, il Recruiting è un processo lineare, volto a sopperire a una temporanea mancanza di personale, che termina con l’assunzione della figura ricercata.

A fronte di ciò, l’ultima differenza tra i due processi riguarda la loro natura. Mentre il Recruiting è un processo di natura organizzativa, la Talent Acquisition è un processo di natura strategica. Se, da un lato, il reclutamento di nuovi talenti è un’attività essenziale per la sopravvivenza dell’azienda, dall’altro l’implementazione di strategie volte all’acquisizione di talenti è sicuramente utile, ma non strettamente necessaria.

Recruiting o Talent Acquisition?

Come abbiamo visto, Recruiting e Talent Acquisition sono processi complementari che possono coesistere in contemporanea. Una non esclude l’altra: il dipartimento HR di un’azienda può implementare una strategia di Talent Acquisition a lungo termine e, allo stesso tempo, effettuare più azioni di recruiting.

Possiamo dire infatti che la Talent Acquisition è una parte della più ampia attività di Recruiting. In altre parole, possiamo fare Recruiting senza Talent Acquisition, ma non viceversa. 


Con gli assessment di Eggup, possiamo aiutarti sia nell’attività di ricerca e selezione del personale, sia nell’implementazione di una strategia di Talent Acquisition a lungo termine: contattaci per maggiori informazioni!

Related posts
Per le aziende

Skilling, Reskilling e Upskilling: verso la formazione continua

4 Mins read
La formazione obbligatoria scolastica o quella tecnica sul lavoro non bastano per fronteggiare gli attuali cambiamenti nel mondo del lavoro. Per affrontare il futuro ed evitare di rimanere indietro, è bene dunque formare la propria forza lavoro a una cultura della formazione continua, attraverso processi di skilling, reskilling e upskilling fondamentali per acquisire nuove competenze e migliorare quelle che già si possiedono.
I nostri consigliPer le aziende

Selezione del personale: 5 consigli per migliorare questo processo

5 Mins read
Ad oggi, con l’aiuto di internet e della tecnologia, è sempre più facile far incontrare domanda e offerta di lavoro. Siti web…
Per le aziende

La settimana lavorativa di quattro giorni

5 Mins read
Settimana lavorativa di 4 giorni: lavorare meno, lavorare meglio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.