La nuova evoluzione HR nella Digital Transformation

Tecnologie per le risorse umane e come adottarle

La Digital Transformation è oramai parte integrante della nostra vita quotidiana ed è anche sempre più presente nel mondo lavorativo.
Con un focus sul ramo risorse umane sappiamo che, grazie agli strumenti digitali, gli HR possono aiutare i business leader e gli impiegati a cambiare il loro mind-set e quindi a rivoluzionare l’esperienza lavorativa.Tutto ciò non soltanto a livello tecnologico.

La digitalizzazione dei processi legati all’ambito delle risorse umane porta alle aziende vantaggi evidenti, sia a livello di risparmio economico che nell’ottimizzazione dei tempi. Nonostante ciò, meno del 20% delle aziende sviluppa o acquista applicazioni per agevolare la produttività degli HR e degli impiegati.

In più, nello scegliere la piattaforma giusta per il proprio reparto HR, si considera come fattore chiave il livello di tecnologia da adottare (è proprio vero che “nuovo è sempre meglio?”) dimenticando così, forse troppo spesso, un punto focale quale l’user experience dei dipendenti.

Il ruolo chiave dell’HR manager

Come cambiare questo trend?
Sarà compito dei vari HR Manager trovare il percorso migliore per combinare design thinking ed esperienza utente e correlarli con i continui avanzamenti tecnologici.
Le tecnologie HR rappresentano senza dubbio un’alternativa per migliorare l’esperienza del dipendente e del candidato. Mentre i fornitori propongono delle soluzioni, le aziende devono poi costruire e integrare le loro strategie con questi programmi.

Secondo la ricerca di Deloitte, se cultura e strategia aziendale sono allineate agli strumenti tecnologici utilizzati, gli HR possono ricevere da parte degli impiegati risultati 10 volte più performanti rispetto ai metodi tradizionali, aumentando così la produttività di questi ultimi e migliorando la qualità dei dati.
Nonostante i numerosi risultati positivi, molti dipartimenti HR devono ancora adottare questa trasformazione. Adesempio, ad oggi, solo il 7% delle aziende usa tecnologie mobile per il coaching, solo il 10% per il performance management, l’8% per gestire il tempo, il 13% per selezionare candidati e il 21% per congedare i dipendenti.

Va detto però che la propensione ad utilizzare questi nuovi processi di digital transformation sta crescendo velocemente nel mondo HR. Secondo alcuni sondaggi infatti:

● il 38% delle aziende sta considerando l’opzione di adottare queste metodologie;
● ¾ delle aziende crede che il digital HR sia una priorità;
● il 32% lo definisce molto importante.

Se da un lato questi risultati fanno ben sperare per il mondo dell’HR Tech, dall’altro solo il 9% afferma di essere già pronto ad adottare queste tecnologie.

Le quattro azioni per la digital trasformation delle risorse umane

Va evidenziato però che essere pronti ad implementare un’innovazione digitale nel mondo HR significa mettere in gioco molto di più di semplici aspetti tecnologici; non vuol dire infatti solo inserire nuove applicazioni in azienda, ma significa soprattutto avere la capacità di integrarle completamente con l’ambiente di riferimento.
I team HR con più successo in questo nuovo paradigma saranno:

  • quelli più propensi ad avere un partner con cui lavorare
  • pronti ad adottare il design thinking
  • costanti nell’uso degli analytics
  • capaci di valutare attentamente le soluzioni dei fornitori.

La scoperta di questo nuovo mondo porta con sé tutti i dubbi legati al timore di un drastico cambiamento; dubbi che, una volta sciolti, apriranno agli HR aziendali ottime opportunità per dare ancora più valore al proprio ruolo.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *